Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

ENEIDE – LA PROFEZIA DEL PENDOLO

Luglio 16, 2021 | 9:00 pm 11:00 pm

Quelli che con la voce
LUCA VIOLINI
ENEIDE
LA PROFEZIA DEL PENDOLO
testo Paolo Logli
voci Luca Violini
musica Davide Mancini
disegno del suono e delle luci Riccardo Vitali


Uno spettacolo di Radio Teatro con Luca Violini, una delle più importanti e note voci nel panorama del doppiaggio cinematografico, documentaristico, pubblicitario, televisivo e radiofonico nazionale.
Un pendolo oscilla tra i due lati del mare, da Oriente ad Occidente, e viceversa. Questa immagine, nella visione degli antichi, rappresentava gli infiniti movimenti, avanti e indietro, che la storia ha compiuto trasportando il potere da un lato all’altro del mediterraneo, come una ciclicità in cui ogni esplosione di potenza politica, economica e militare portava inevitabilmente in sé il seme della sua futura distruzione.
E così, il pendolo ha continuato ad oscillare inesorabilmente tra oriente e occidente. C’era un impero che si riteneva invincibile, a oriente. Ma un eroe macedone partito da occidente con un pugno di compagni, lo aveva distrutto.
E poi c’era ad oriente una città ritenuta immortale, distrutta e ricostruita nove volte, una fenice che risorgeva sulle sue ceneri: Troia. E uomini venuti da occidente, greci coi capelli biondi, gli Achei, l’avevano distrutta. Era il pendolo, che tornava ad oscillare nuovamente, da occidente ad oriente. Ma in quella distruzione c’era il trionfo dei greci ma anche il seme della loro futura disfatta: la fuga di Enea, che avrebbe fondato Roma sulle coste del Lazio, ad occidente. Quella stessa Roma che avrebbe distrutto Atene e l’avrebbe soggiogata, dall’altra parte del mare, in una nuova oscillazione del pendolo. Per Virgilio, questo è solo il segno del destino, che converge ad un epilogo glorioso e definitivo: la nascita dell’Ultimo Impero, quello destinato a durare per sempre: l’impero Romano.
Ecco perché, per Virgilio, Enea, che pure è un invasore e un usurpatore, è il buono della sua storia, l’eroe, e Turno, re dei Rutuli, che pure stava solo difendendo la sua terra e la sua gente dall’invasore, è invece il cattivo, l’antagonista: perché nell’eterno progetto del pendolo, è Enea che deve vincere, perché nasca l’impero.

APERITAU 16 LUGLIO | ORE 19.30
MATELICA | TEATRO PIERMARINI
Visita alle Terme romane e al Globo di Matelica
a cura di Comune di Matelica e Associazione Pro Matelica

INFO e BIGLIETTI
Biglietteria Teatro Piermarini 0737 85088
aperta due giorni precedenti e il giorno di spettacolo dalle 18 alle 20
Botteghino Piazza San Francesco
il giorno di spettacolo dalle 20.30
Associazione Pro Matelica, Ufficio Informazioni Turistiche 0737 85671 – 373 868 3790
www.promatelica.it
AMAT 071 2072439
Vendita online su vivaticket.com

Biglietto unico 10€

AMAT

Teatro Piermarini

Via Umberto Iº
Matelica,MC62024Italia
+ Google Maps

0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *