Toccherà le tre province colpite dal sisma del 2016 lo spettacolo SACRALE scritto ed eseguito
da Marco Fagotti e Giovanni Ferri con la partecipazione di Simone Giorgini e Francesco
Savoretti. Si parte con la data del 26 Settembre presso l’Abbazia di San Benedetto in
Valledacqua ad Acquasanta Terme (AP), per proseguire con i concerti dell’11 Ottobre presso la
Chiesa della BVM della Misericordia di Fabriano (AN) e chiudere all’Abbazia di Fiastra di
Urbisaglia il 17 dello stesso mese.
SACRALE è il racconto a tappe di un percorso spirituale in cui l’esperienza della rinascita
interiore coincide, in questo caso, con quella drammatica e umana della ricostruzione e che
attraverso il lavoro musicale e il lavoro sul suono, viene trasfigurata e restituita ad una
dimensione sacra, dove ritrovare il senso di se stessi e delle cose che si sono perdute.
Lo spettacolo è inserito all’interno del progetto Marche inVita – Lo spettacolo dal vivo per la
rinascita dal sisma realizzato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Marche in
collaborazione con Amat e MIBAC.

Il progetto

INTRODUZIONE A QUESTA EDIZIONE
Quando avviene qualcosa di eccezionale come un terremoto, che interrompe vite, strade, distrugge ponti, case e tutto il resto, è difficile pensare a cosa fare dopo; la prima cosa è sapere che si è vivi, che si respira ancora. È in questo respiro che abbiamo rintracciato una connessione tra le terre colpite dal sisma e il nostro concerto, in questo suono lieve che a poco a poco diventa il ritmo, imprescindibile, di un cammino, di un’esperienza che deve per forza portare ad una modificazione, ad un cambio di posizione, di percezione e di prospettiva. SACRALE è il racconto a tappe di un percorso spirituale in cui l’esperienza della rinascita interiore coincide, in questo caso, con quella drammatica e umana della ricostruzione e che attraverso il lavoro musicale e il lavoro sul suono, viene trasfigurata e restituita ad una dimensione sacra, dove ritrovare il senso di se stessi e delle cose che si sono perdute.

7 MOVIMENTI PER SAX, CHITARRA, CONTRABBASSO, PERCUSSIONI ED ELETTRONICA.
SACRALE è un’opera musicale che attraverso “7 stanze sonore” narra i passaggi di un percorso di evoluzione spirituale. Simbolicamente questo percorso si snoda all’interno di una struttura immaginaria, il SACRALE, che è per metafora il luogo-condizione da cui si parte e il luogo-condizione a cui si arriva al termine del cammino. 
Ad ogni stanza corrisponde uno stato interiore che il suono cerca di descrivere nella sua essenzialità e nella sua particolarità.
Ne scaturisce una tessitura compositiva profonda ed emozionale capace di trasformare il concerto in un momento meditativo, di relazione speciale con il pubblico.
Si utilizza la musica, all’interno di luoghi sacri da secoli deputati al silenzio e alla relazione con se stessi, per condurre un viaggio sonoro che ne richiama il grande potenziale curativo e spirituale.

IL SUONO COME VEICOLO DI CONNESSIONE TRA SACRO E CONTEMPORANEITÀ
SACRALE è un progetto che utilizza la musica per veicolare un messaggio di riscoperta dell’esperienza spirituale attraverso il suono e la presenza fisica all’interno di luoghi sacri (monasteri, abbazie, chiese, chiostri, cripte ecc.). Questo connubio, che pone in relazione avanzati sistemi computerizzati di elaborazione sonora a spazi di grande rilevanza storico-religiosa, permette agli artisti e al pubblico di confrontarsi con la profondità del silenzio e della musica in una dimensione ideale di incontro e di comune meditazione. L’impiego di rumori ambientali, di sonorità acustiche e di tessiture elettroniche, trasforma il luogo della performance in spazio interiorizzato lasciando all’immaginazione di ogni partecipante la libertà di ricostruire dentro di se gli scenari complessi evocati dalla musica.

UNO SPAZIO NELLO SPAZIO
Il suono di SACRALE si muove circolarmente intorno al pubblico in uno spazio virtuale costruito dentro lo spazio fisico; 6 monitor, posti intorno all’area performativa (multifonia), aiutano lo spettatore a “posizionarsi mentalmente” all’interno dell’evento sonoro. L’effetto ha un impatto importante nella percezione sensoriale e nella ricostruzione delle immagini mentali che il concerto riesce a stimolare.

NOTE
Gli spettacoli sono tutti ad ingresso gratuito.

Sabato 26 Settembre 2020 – ore 21,30
ABBAZIA DI SAN BENEDETTO IN VALLEDACQUA
Acquasanta Terme (AP)

Domenica 11 Ottobre 2020 – ore 21,30
CHIESA DELLA BEATA MARIA VERGINE DELLA MISERICORDIA
Fabriano (AN)

Sabato 17 Ottobre 2020 – ore 21,30
ABBAZIA DI CHIARAVALLE DI FIASTRA
Abbadia di Fiastra – Urbisaglia (MC)

Prove generali:
Chiesa di San Francesco – Camerano (AN)
14-15-16 Settembre 2020
Per gentile concessione del Comune di Camerano

I concerti e le location rispetteranno scrupolosamente le direttive di distanziamento sociale imposte dall’emergenza sanitaria in corso. In caso di impossibilità di eseguire i concerti per il riacutizzarsi della pandemia, essi verranno realizzati e trasmessi in streaming video attraverso i canali web.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *